Molto di piu’ di un allevamento: Il Pastore Transumante è il luogo dove l’universo che ruota attorno al cane bianco della transumanza viene riproposto e vissuto in chiave moderna. E’ passione e professionalità costantemente al tuo servizio.

Il progetto de Il Pastore Transumante nasce con il preciso intendimento del suo creatore, lo zoonomo Dario Capogrosso, che è quello di diffondere e valorizzare nel mondo il cane da lui conosciuto nelle esperienze giovanili in terra di Puglia, quando soggiornando nell’azienda masserizia del nonno, conobbe intimamente il cane da pastore maremmano abruzzese e ne rimase folgorato. La serietà, la professionalità, l’esperienza zootecnica e cinotecnica maturate negli anni hanno consentito al Dott. Capogrosso di creare una realtà apprezzata a livello nazionale ed internazionale.

Il cane ed il suo mondo al centro del progetto: tutto ruota attorno ad esso. La gestione delle strutture, la formazione dei branchi, il rapporto quotidiano con gli stessi, l’alimentazione, la riproduzione ed il loro benessere psico-fisico. Da noi il cane da gregge continua ad assolvere al suo compito ancestrale di custode del bestiame, e lo fa con incredibile naturalezza, come d’altronde scritto nel proprio DNA. Non cani alloggiati in fredde batterie di box dunque, ma cani liberi di muoversi nei grandi recinti messi loro a disposizione nei 18 ettari di pascoli e boschi aziendali. Tutto ciò nel rispetto del nobile cane da pecora, e delle sue attitudini, senza stravolgerne l’essenza ed il carattere che ne fanno un vanto italiano nel mondo.

ente nazionale cinofilia italiana
federation cynologique internationale

Perché un pastore transumante?
Scopri i motivi che han portato negli anni a scegliere un cucciolo D.O.C. dall'allevamento "Il Pastore Transumante".

  • Per la storia che ci contraddistingue e per il sempre evidente rispetto per la natura e per l'essenza del grande cane bianco.
  • Per la professionalità sempre foriera di ottime esperienze.
  • Per le competenze, sempre al servizio di tutti, e la per la nostra solida reputazione.
  • Per i riconoscimenti professionali cinofili: Enci, FCI, CPMA ed extra cinofili ISMEA, CIA, SIA.
  • Per l'etica allevatoriale e per i fermi valori costantemente perseguiti.
in collaborazione con CIA Alessandria

Le origini
Il Pastore Maremmano Abruzzese è un cane antico le cui origini sono tuttora abbastanza incerte; possiamo supporre che i suoi progenitori, partiti dal Tibet, siano arrivati in Europa e quindi nell'Appennino centro-meridionale passando nelle regioni asiatiche al seguito di popoli nomadi e/o migranti...

Leggi tutto...

Caratteristiche generali
Il Cane da Pastore Maremmano Abruzzese è il prodotto di una lunghissima selezione derivante dalle necessità della pastorizia transumante italica, che aveva ed in parte mantiene le sue origini nell'Appennino centro-meridionale ed in particolare in Abruzzo, di trovare l'ausiario per eccellenza a supporto delle proprie necessità...

Leggi tutto...

Carattere e comportamento
Bellezza in quiete e in azione, intelligenza, equilibrio caratteriale, dignità e istinto naturale e non indotto per la guardia sono solo alcune delle qualità positive del pastore maremmano abruzzese. C'è comunque qualcosa di piu' nei nostri cani bianchi che non è molto comune nella loro specie...

Leggi tutto...

Standard di razza
Lo standard è la descrizione di tutte le parti morfologiche di un cane, secondo i dettami di ciascuna razza. L’insieme di queste parti “compone” il cane e lo scopo di ogni allevatore dovrebbe essere quello di produrre soggetti che rispecchino il più possibile questo modello...

Leggi tutto...

Approfondimenti sulla taglia
La regola fondamentale della Zootecnia, ma ancor prima della Natura, è che l’impiego determina il tipo ed in questo senso il Pastore Maremmano-Abruzzese è cane guardiano. Quindi chi, se non i pastori, potevano permettersi di definirne coi fatti il formato, la taglia, il tipo, il carattere?

Leggi tutto...

La transumanza
La sopravvivenza nei cani delle funzioni di guardiano e difensore del gregge è legata, oltre che alla presenza di predatori, alle esigenze tipiche della pastorizia tradizionale, e quindi alla transumanza, vale a dire la regolare migrazione dai pascoli primaverili-estivi in montagna a quelli autunnali-invernali in pianura.

Leggi tutto...